Perplessità sul Web 2.0: è uscito il volume di Metitieri per i tipi di Laterza

30/04/2009

Quali sono le trappole del Web 2.0? L’informazione che veicola è effettivamente attendibile? E’ fruttuoso sostituire una cultura di fatto mediata, come è stata quella che ci ha accompagnato fino a quest’ultimo decennio, con la swarm intelligence, l’intelligenza delle folle, nata dai blog e dai social network?
Su queste ed altre questioni argomenta Il grande inganno del Web 2.0, testo di Fabio Metitieri, attento ed acuto conoscitore del mondo della rete. A partire da temi quali la perdita della responsabilità dell’autore coperto da nikname nella diffusione delle notizie, alla relativa mancanza di filtri specializzati fino ad arrivare all’editoria “fai da te”, le vari riflessioni vengono dimostrate attraverso una prospettiva autonoma e non convenzionale.
Le precedenti pubblicazioni di Fabio Metitieri, edite a partire dal 1997, comprendono titoli come: Incontri virtuali, Dalla e-mail al chat multimediale, Comunicazione personale e collaborazione in rete, Biblioteche in rete, Ricerche bibliografiche in Internet.

Fabio Metitieri, Il grande inganno del Web 2.0, GLF Editori Laterza, Roma 2009, pp. 192, € 12,00.
ISBN 9788842089179

Indice del volume

Introduzione
1. I nativi digitali come scoiattoli incapaci
2. Il Web 2.0 e gli user generated content
3. La conversazione perduta dei blog
4. I dolori della stampa tradizionale e i new media
5. Il caos che collabora: i wiki e le folksonomie
6. Le biblioteche, la filosofia open e i blog
7. I difetti dei motori e i pregi delle persone
8. Old media e new media allo sbaraglio
Conclusioni: come valutare e come pubblicare
Riferimenti bibliografici